Sottomarini Finlandesi durante la seconda guerra mondiale.

Lupodimare
Messaggi: 196
Iscritto il: 07/08/2015, 19:19

Sottomarini Finlandesi durante la seconda guerra mondiale.

Messaggioda Lupodimare » 21/11/2015, 10:41

Quale fu la miglior forza di sottomarini della seconda guerra mondiale?
In molti direbbero quella dei temibili U-boats tedeschi, per l’impressionante numero di unità e tonnellaggio affondato.
Altri direbbero i battelli della marina Americana, per l’altrettanto impressionante rateo vittorie/perdite ottenuto nel Pacifico.

A conti fatti però fu la piccola Marina Finlandese a detenere un primato decisamente invidiabile: essa fu l’unica marina impegnata nel conflitto mondiale ad impiegare i suoi sottomarini, ottenendo vittorie, senza mai perdere alcun battello (né per affondamento/distruzione, né per cattura o internamento).



Immagine
SAUKKO (=Lontra).
Battello di progettazione e costruzione locale, unico sia come esemplare sia come genere: è stato infatti designato per la guerra all’interno del Lago Ladoga e a causa del Trattato di Tartu del 1920, la sua stazza non poteva superare le 100 tonnellate (anche se in effetti le superò di poco).

Entra in servizio il 16 Dicembre 1930, tuttavia nonostante i piani originali, esso non venne mai trasferito nel Lago Ladoga.

Prende quindi parte alla Guerra d’Inverno, quando insieme al piccolo battello Vesikko, opera intorno a Koivisto nel tentativo di attaccare unità maggiori sovietiche: è stato valutato un errore questa mossa e che forse sarebbe stato meglio impiegare i tre sottomarini più grandi a questo scopo.

7 Dicembre 1939
Rimorchiato dalla cannoniera Karjala e scortato da motosiluranti a Koivisto. Si pianifica di far deporre mine al sottomarino.

8 Dicembre 1939
Tenta di avvicinarsi ad un gruppo di caccia-torpediniere sovietiche condotte dal conduttore di flottiglia Minsk, ma non riesce a raggiungerle a causa della sua bassa velocità. Il giorno successivo il ghiaccio impedisce una simile missione.

10 Dicembre 1939
Una volta che il ghiaccio si rompe, rischia un grosso incidente e di ribaltarsi perché metà delle valvole dell’aria erano ancora congelate. A seguito di questi problemi, si decide di non impiegarlo ancora. In teoria il sottomarino avrebbe dovuto tentare di attaccare la nave da battaglia Rivoluzione d’Ottobre.

La sua carriera nella Seconda Guerra Mondiale è altrettanto limitata.

3 Luglio 1941
L’unica azione di rilievo: pattugliando davanti all’isola di Someri, avvista un paio di caccia-sommergibili sovietici (probabilmente tipo MO-4). Il Saukko lancia un singolo siluro senza successo, ma deve poi ritirarsi perché è attaccato con cariche di profondità che non causano danno. Il sottomarino rimane a lungo in immersione a causa delle cariche, e l’equipaggio ne soffre per mancanza d’aria.

Sopravvissuto al conflitto, venne de-commissionato nel 1947 per poi essere smantellato in Belgio nel 1953.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo sui Social Network :)



Lupodimare
Messaggi: 196
Iscritto il: 07/08/2015, 19:19

Re: Sottomarini Finlandesi durante la seconda guerra mondiale.

Messaggioda Lupodimare » 21/11/2015, 10:46

Immagine
VESIKKO (= Visone).
Il battello venne costruito inizialmente con il codice CV-707 in Finlandia da una compagnia olandese fittizia, in realtà operata segretamente dai tedeschi. Di fatto esso era il prototipo della classe tedesca Tipo II e dal 1933 al 1934 esso venne impiegato dai tedeschi a scopo di test e addestramento equipaggi, nell’Arcipelago finlandese di Turku.
L’unità viene quindi finalmente acquistata dai finlandesi nel 1934 ed entra in servizio effettivo il 1936.
Prende quindi parte alla Guerra d’Inverno, quando insieme al piccolo battello Saukko, opera intorno a Koivisto nel tentativo di attaccare unità maggiori sovietiche: è stato valutato un errore questa mossa e che forse sarebbe stato meglio impiegare i tre sottomarini più grandi a questo scopo.


1 Dicembre 1939
Avvista l’incrociatore sovietico Kirov, ma l’unità sovietica era impegnata in bombardamento costiero e visto il pericolo dei proiettili delle fortezze finlandesi, il Vesikko non poté avvicinarsi oltre.


19 Dicembre 1939
Giunge con un giorno di ritardo nel tentativo di intercettare la nave da battaglia sovietica Marat.

La sua carriera nella Seconda Guerra Mondiale è più attiva.

3 Luglio 1941
A est di Gogland, intercetta e colpisce con un siluro il mercantile sovietico Vyborg (3183 GRT). Un secondo siluro viene lanciato per finirlo ma non esplode. Il mercantile comunque affonda, mentre alcune unità pattuglia sovietiche lanciano cariche di profondità.
Per anni i Sovietici ritennero che il mercantile era stato affondato da aerei tedeschi.

Nell’estate 1941, il sottomarino fa tre missioni davanti all’Estonia, senza altri successi.

23 Luglio 1941, durante un attacco aereo in porto, vi sono 3 feriti tra gli equipaggi del Vesikko e della motosilurante Sisu (non è chiaro quanti siano della motosilurante).

Nel 1942, viene installato un impianto per lanciare cariche di profondità dalla superficie durante scorta convogli nel Mare di Aland, in funzione anti-sottomarina. Tuttavia questo meccanismo non porta ad affondamenti.

Nel 1944 scorta convogli con rifugiati dall’Istmo di Carelia.

De-commissionato nel 1947: anziché essere smantellato come gli altri sottomarini, esso venne trattenuto dal Governo Finlandese nella speranza di ricevere il permesso per operare di nuovo battelli subacquei. Non venne ricevuto e il Vesikko rimase abbandonato per diverso tempo fino a quando si riuscì ad organizzare (anche grazie a collette, richieste ecc..) di trasformarlo in nave-museo.
Immagine

Lupodimare
Messaggi: 196
Iscritto il: 07/08/2015, 19:19

Re: Sottomarini Finlandesi durante la seconda guerra mondiale.

Messaggioda Lupodimare » 21/11/2015, 10:51

Immagine
VETEHINEN (= Tritone).
Esattamente come il Vesikko era in realtà un prototipo tedesco per la classe di battelli costieri II, i tre successivi sottomarini furono costruiti come prototipi per la celeberrima classe tedesca VII (che divennero i sottomarini standard tedeschi del conflitto mondiale). Anche in questo caso, dopo alcuni anni di prove e test segreti, gli scafi vennero ceduti dai tedeschi alla Finlandia.



Prende quindi parte alla Guerra d’Inverno, dove viene inviato nel settore occidentale nel tentativo di intercettare alcuni bersagli (tra cui il rompighiaccio Jermak e il mercantile Ivan Papanin). E’ stato poi valutato come tali azioni siano state uno spreco e i battelli avrebbero potuto risultare più efficaci a Koivisto dove operavano i battelli più piccoli nel vano tentativo di intercettare unità maggiori sovietiche.


4 Dicembre 1939
Si arena temporaneamente davanti a Libau, ma non vi sono danni seri e riprende la navigazione.

7 Dicembre 1939
Avvista il Jermak, cercando di attaccare il rompighiaccio ma la visibilità è scarsa e si perde il contatto.

9 Dicembre 1939
Il sottomarino sovietico ShCh-324 lancia un siluro contro il Vetehinen a est di Lagskar, mancandolo. Il battello finnico non nota l’attacco.

12 Dicembre 1939
Attende vanamente in un’imboscata il Jermak presso Dago.


1 Gennaio 1940
Depone un campo di 20 mine offensive davanti a Juminda. Dopo aver deposto le mine avvista un vascello (secondo un resoconto sarebbe stato un caccia-torpediniere): il sottomarino ha problemi durante l’immersione (causati dal peso del ghiaccio), la nave passa quindi sopra il sottomarino immerso senza che si sia sferrato un attacco.

9 Gennaio 1940
Pattuglia le acque di Dago per 4 giorni, senza incontrare bersagli.

La sua carriera nella Seconda Guerra Mondiale è più attiva.

22 Giugno 1941
Depone un primo campo di 20 mine a nord di Kunda.

Su queste mine viene gravemente danneggiato il 7 Luglio 1941 il mercantile sovietico Everolanda (3379 GRT).
In contemporanea, il dragamine sovietico Tszcz-202 Buy nel ripulire le mine antistanti ebbe danni insignificanti a seguito di un’esplosione.



28 Giugno 1941
Depone un secondo campo di 17 mine tra Gogland e Bolshoy Tyuters.

3 Luglio 1941
Incontra un mercantile a ovest di Gogland: essendoci grande distanza non spara siluri ma apre il fuoco con 76mm, rivendicando colpi a segno. L’identità del bersaglio non è chiara così come il danno (improbabile a causa della distanza). Cariche di profondità sono lanciate da unità della scorta.

3 Agosto 1941
Attacca un convoglio sovietico costituito da una coppia di dragamine e un gruppo di unità pattuglia minori di scorta a dei sottomarini che navigavano in emersione. Il Vetehinen lancia un siluro a 1500 metri, senza risultato.

8 Agosto 1941
Lancia 2 siluri contro un mercantile ma nessuno dei due esplode. Cariche di profondità non causano danno.
I siluri erano di origine italiana, e i Finlandesi riscontrarono problemi tecnici su di essi.

30 Novembre 1941
Il sottomarino tenta di intercettare un convoglio ma non riesce a raggiungerlo.

3 Dicembre 1941
Il Vetehinen avvista un convoglio che navigava via da Hanko: tenta di attaccare in superficie ma la scarsa visibilità (era notte) causano scarsa accuratezza. Complessivamente 4 siluri in due salve sono lanciati, senza effetto. Poco dopo il battello avvista un altro convoglio diretto verso Hanko ma non aveva ricaricato in tempo i siluri.

Nel 1942 subisce lavori con nuovi idrofoni e l’istallazione di una rampa per lanciare fino a 4 cariche di profondità dalla superficie. Ci sono anche modifiche alla torre con lo spostamento del pezzo da 20mm.

5 Novembre 1942
Il sottomarino è impiegato in missione anti-sottomarino nel Mare di Aland ed ottiene la sua vittoria.
Avvista il sottomarino sovietico ShCh-305 in superficie e lancia un siluro a distanza ravvicinata mancando il bersaglio. Il Vetehinen apre quindi il fuoco con l’artiglieria per poi lanciare un secondo un siluro (che manca anch’esso il bersaglio). A questo punto il Vetehinen sperona il sottomarino sovietico ShCh-305 che cola a picco con tutto l’equipaggio.
In tempi recenti c’è stata una discreta diatriba tra russi e finlandesi poiché moderni autori dei primi indicano come il Vetehinen abbia in realtà speronato il sottomarino sovietico un po’ per caso mentre cercava di avvicinarsi (i Finlandesi invece dicono che fosse uno speronamento deliberato). Sia quel che sia, il Vetehinen ottenne un’ottima vittoria.
Immagine
Lo ShCh-305 era l’unico battello della sottoclasse “Vbis” presente nel Baltico e non aveva ottenuto vittorie. Il Vetehinen ebbe solo danni minori a causa dell’impatto.

Nel 1943, insieme ad altri battelli, è usato per test e addestramenti in guerra anti-sottomarino insieme ai tedeschi.



5 Luglio 1944
Il sottomarino depone 17 mine vicino alle isole Beryozovye. Questa fu la sua ultima azione di guerra.
Ultima modifica di Lupodimare il 26/02/2017, 16:32, modificato 1 volta in totale.

Lupodimare
Messaggi: 196
Iscritto il: 07/08/2015, 19:19

Re: Sottomarini Finlandesi durante la seconda guerra mondiale.

Messaggioda Lupodimare » 21/11/2015, 10:54

Immagine
VESIHIISI (=Goblin acquatico).
Esattamente come il Vesikko era in realtà un prototipo tedesco per la classe di battelli costieri II, i tre successivi sottomarini furono costruiti come prototipi per la celeberrima classe tedesca VII (che divennero i sottomarini standard tedeschi del conflitto mondiale). Anche in questo caso, dopo alcuni anni di prove e test segreti, gli scafi vennero ceduti dai tedeschi alla Finlandia.

Prende quindi parte alla Guerra d’Inverno, dove viene inviato nel settore occidentale nel tentativo di intercettare alcuni bersagli (tra cui il rompighiaccio Jermak e il mercantile Ivan Papanin). E’ stato poi valutato come tali azioni siano state uno spreco e i battelli avrebbero potuto risultare più efficaci a Koivisto dove operavano i battelli più piccoli nel vano tentativo di intercettare unità maggiori sovietiche.


27 Dicembre 1939
Depone un campo di 19 mine offensive davanti a Paldiski. Una ventesima mina si blocca e non viene deposta. Le mine non causano perdite al nemico.

La sua carriera nella Seconda Guerra Mondiale è più attiva.


Il 22 Giugno 1941 depone 20 mine in acque Estoni tra Vaindlo e Kalkgrund.
Su queste mine affonda il 30 Giugno 1941 il caccia-sommergibile sovietico MO-143.

Il 24 Giugno 1941 depone altre 24 mine a Ruuskeri.
Fonti finlandesi rivendicano che sia stato danneggiato su queste mine il mercantile V.Molotov ma in realtà esso era stato danneggiato da una mina vagante sovietica.

Il 26 Giugno 1941 depone 18 mine a Bolshoy Tyuters.

2 Luglio 1941
Pattugliando a est di Gogland, incontra un mercantile senza scorta. L’attacco con siluro fallisce e il sottomarino è leggermente danneggiato dalle cariche di profondità della scorta sopraggiunta.

Il 2 Agosto 1941 depone 18 mine a est di Osmussaar.
Nessuna delle sue mine deposte può rivendicare una chiara vittoria.

5 Agosto 1941
Attacca un convoglio che portava rifornimenti nell’enclave sovietica di Hanko in territorio finlandese.
Il sottomarino supera la pesante scorta (dragamine e navi pattuglia) e lancia due siluri da 700 metri, probabilmente contro la nave passeggeri Iosif Stalin, senza riportare centri. Il sottomarino quindi deve immergersi a 75 metri a causa delle cariche di profondità: subisce danni di media entità, tali da metterlo fuori uso non più di una settimana di lavori, ma è interessante notare che fu il danno più serio mai riportato da un battello finlandese. Le unità attaccanti erano quasi certamente il dragamine ausiliario Menzhinskii e i caccia-sommergibili MO-142 e MO-212.
I Finlandesi valutarono che il fallimento fosse stato dato dai siluri di origine italiana.

Nel 1942 subisce lavori con nuovi idrofoni e l’istallazione di una rampa per lanciare fino a 4 cariche di profondità dalla superficie. Ci sono anche modifiche alla torre con lo spostamento del pezzo da 20mm.

9 Agosto 1942
Il Vesihiisi viene inviato con le altre due unità della classe nel Mare di Aland in caccia di sottomarini sovietici.

21 Ottobre 1942
Il Vesihiisi ottiene la sua vittoria con siluro: silura ed affonda il sottomarino sovietico S-7.
Lo S-7 si era rivelato un battello efficace e aveva affondato 4 mercantili: quattro membri dell’equipaggio si salvarono e vennero catturati, incluso il comandante Sergei Lisin.

Immagine
La loro cattura da parte dei finlandesi (e non dei tedeschi) salvò loro la vita: Lisin, anche per il fatto di essere un bravo comandante, venne trattato bene e rispettato per le sue capacità (venne soprannominato “Kuttenin” dai finlandesi, la “piccola volpe”). Curiosamente Lisin ricevette il titolo di Eroe dell’Urss postumo, quando poi venne rilasciato dalla Finlandia (con il cambio di alleanze di questa nazione), Lisin venne ovviamente scoperto vivo, ma a causa delle sue prestazioni in battaglia (e probabilmente di qualche buona parola finlandese) egli non venne punito dalla legge militare sovietica e il titolo di Eroe non venne rimosso (la legge militare sovietica infatti tendeva a considerare i prigionieri come disertori, a meno di dimostrare l’impossibilità di un’estrema resistenza (come nel caso di Lisin) o tentativi di fuga riusciti per unirsi ai partigiani).

Nel 1943, insieme ad altri battelli, è usato per test e addestramenti in guerra anti-sottomarino insieme ai tedeschi.

4 Luglio 1944
Il Vesihiisi depone 20 meni tra Lavansaari e Seiskari. Venendo attaccato da due dragamine sovietici con cariche di profondità, ma senza subire danno.

6 Luglio 1944
Depone 18 mine a nord di Lavansaari. Questa fu la sua ultima azione di guerra.
Ultima modifica di Lupodimare il 26/02/2017, 16:31, modificato 1 volta in totale.

Lupodimare
Messaggi: 196
Iscritto il: 07/08/2015, 19:19

Re: Sottomarini Finlandesi durante la seconda guerra mondiale.

Messaggioda Lupodimare » 21/11/2015, 10:58

Immagine
IKU-TURSO (=il nome di una creatura mitologica marina).
Esattamente come il Vesikko era in realtà un prototipo tedesco per la classe di battelli costieri II, i tre successivi sottomarini furono costruiti come prototipi per la celeberrima classe tedesca VII (che divennero i sottomarini standard tedeschi del conflitto mondiale). Anche in questo caso, dopo alcuni anni di prove e test segreti, gli scafi vennero ceduti dai tedeschi alla Finlandia.

Prende quindi parte alla Guerra d’Inverno, dove viene inviato nel settore occidentale nel tentativo di intercettare alcuni bersagli (tra cui il rompighiaccio Jermak e il mercantile Ivan Papanin). E’ stato poi valutato come tali azioni siano state uno spreco e i battelli avrebbero potuto risultare più efficaci a Koivisto dove operavano i battelli più piccoli nel vano tentativo di intercettare unità maggiori sovietiche.

9 Gennaio 1940
Una missione verso Dago viene annullata in principio a causa di un cilindro del motore che si ruppe.

La sua carriera nella Seconda Guerra Mondiale è più attiva.

22 Giugno 1941
Depone 20 mine a nord dell’isola di Mohni.

Su queste mine il mercantile sovietico Rasma (3204 GRT) viene gravemente danneggiato e spiaggiato il 5 Luglio 1941, per poi essere finito da motosiluranti tedesche.

Sempre su queste mine affonda il mercantile sovietico Aksel Karl (3500 GRT) il 7 Agosto 1941.


24 Giugno 1941
Depone 20 mine a Ruuskeri.

26 Giugno 1941
Depone 18 mine a sud di Vaindloo.

28 Giugno 1941
Avvista un sottomarino sovietico e lancia un siluro, mancandolo.

30 Luglio 1941
Tenta di attaccare naviglio sovietico presso Hanko, senza portare a termine attacchi.

Nel 1942 subisce lavori con nuovi idrofoni e l’istallazione di una rampa per lanciare fino a 4 cariche di profondità dalla superficie. Ci sono anche modifiche alla torre con lo spostamento del pezzo da 20mm.

27 Ottobre 1942
Sferra un attacco spesso descritto come una vittoria (erroneamente).
Inizialmente avvista un sottomarino sovietico e attacca con artiglieria in scarsa visibilità un battello sovietico con artiglieria da 20mm: il sottomarino sfugge all’attacco, si trattava dello ShCh-307.
Poco dopo l’Iku-Turso rivendica di aver attaccato un secondo battello e di averlo silurato, affondandolo.
I Finlandesi hanno tentato di stabilirne l’identità, ritenendo fosse lo ShCh-320 o lo ShCh-308.

La prima ipotesi è quella decisamente più debole, in quanto il sottomarino si fece sentire per l’ultima volta il 1 Ottobre, ed è stato stimato che esso affondò tra il 3 e il 10 Ottobre a causa di mina.
L’unica altra opzione restava pertanto lo ShCh-308, ma i Finlandesi non sapevano che il sottomarino aveva comunicato il 20 Ottobre alla base, dicendo di essere in via di rientro a causa di danni, ed affondando di lì a poco (su mine o forse anche a causa della nave pattuglia finlandese VMV-2 lo stesso 20 Ottobre).
Bersaglio del secondo attacco era in realtà lo ShCh-307 stesso che ne uscì indenne.
Se l’Iku Turso avesse avuto successo, avrebbe completato il “tris” di vittorie: un sottomarino nemico affondato per ognuno dei tre battelli della sua classe.
Lo ShCh-308 non aveva conseguito vittorie prima dell’affondamento, lo ShCh-320 aveva affondato un mercantile tedesco e lo ShCh-307 aveva affondato un sottomarino tedesco (lo U-144) ed un mercantile finlandese (il Betty H.) proprio il 26 Ottobre.

Nel 1943, insieme ad altri battelli, è usato per test e addestramenti in guerra anti-sottomarino insieme ai tedeschi.


30 Luglio 1944
Lo Iku-Turso si avvicina ad un convoglio e punta ad un rimorchiatore ma non riesce a raggiungere la posizione di lancio.

24 Agosto 1944
L’ultima azione bellica del sottomarino si conclude con l’Iku Turso che avvista dei bersagli ma finisce contro una rete di sbarramento anti-sottomarino ed una carica agganciata alla rete esplode causando danni minori. Lo Iku Turso rientra e questa fu la sua ultima azione di guerra.

Lupodimare
Messaggi: 196
Iscritto il: 07/08/2015, 19:19

Re: Sottomarini Finlandesi durante la seconda guerra mondiale.

Messaggioda Lupodimare » 21/11/2015, 17:16


FONTI:
La maggior parte delle informazioni e delle foto proviene da Wikipedia inglese e dal sito finlandese
http://kotisivut.fonet.fi/~aromaa/Navygallery/
Altre informazioni/correzioni provengono dal forum forum.axishistory e il forum russo tsushima.su.


NOTA:
Correzioni, suggerimenti, aggiunte, come anche pareri o commenti o domande dettate da curiosità sono estremamente benvenuti.

Lupodimare
Messaggi: 196
Iscritto il: 07/08/2015, 19:19

Re: Sottomarini Finlandesi durante la seconda guerra mondiale.

Messaggioda Lupodimare » 09/06/2016, 15:54

Immagine
Foto (da town.ural.ru) dei due più famosi comandanti Finlandesi.
A sinistra Olavi Aittola: prima al comando del Vesikko, con il quale affondò il mercantile Vyborg, successivamente alla guida del Vesihiisi, che condusse alla vittoria sullo S-7. Con queste due vittorie ottenute tramite siluro, Aittola è stato senza dubbio il miglior comandante finlandese.
A destra Antti Leino, comandante del Vetehinen e affondatore dello ShCh-305: un particolare caso di speronamento sottomarino vs sottomarino.


Torna a “Sommergibili altre Nazioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite