Sottomarini Norvegesi durante la seconda guerra mondiale.

Lupodimare
Messaggi: 196
Iscritto il: 07/08/2015, 19:19

Sottomarini Norvegesi durante la seconda guerra mondiale.

Messaggioda Lupodimare » 30/06/2016, 11:35

Dopo la separazione della Norvegia nel 1905 (dal 1814 essa era unificata con la Svezia), la flotta Norvegese venne costituita per garantire tale indipendenza. Agli inizi del secondo conflitto mondiale essa poteva schierare solo 4 navi da battaglia costiere, anzianissime e obsolete, due delle quali vennero silurate in battaglia da caccia-torpediniere tedeschi. Il resto della flotta era perlopiù costituita da torpediniere di vecchio design: un tentativo di modernizzarsi vide la prima costruzione di una classe di torpediniere moderne (classe Slepiner) che tuttavia non erano esenti da problemi, i primi veri destroyers (cacciatorpediniere) della classe Alesund invece non vennero completati in tempo. La flotta venne praticamente spazzata via (catturata, auto-affondata o affondata) con l’invasione tedesca e quel che sopravvisse in esilio venne irrobustito con la cessione di unità Alleate, partecipando ad ulteriori azioni con qualche successo. Prima di parlare delle unità subacquee bisogna comunque almeno sottolineare il più grande successo della Norvegia su mare: i Norvegesi avevano sfruttato bene le caratteristiche delle loro coste (ricche di fiordi) imbastendo una difesa di fortificazioni e batterie costiere, il 9 Aprile 1940 cannoni da 280mm misero a segno colpi sull’incrociatore pesante tedesco Blucher che venne poi silurato da batterie di tubi lancia-siluri costieri, affondando.
L’affondamento del Blucher (di classe Admiral Hipper) fu senza dubbio il più grande contributo norvegese su Mare alla lotta contro la Germania Nazista: un contributo con risvolti strategici locali (rallentando i tedeschi e permettendo l’evacuazione della famiglia reale) e generali (eliminando una delle unità maggiori tedesche).

L’arma sottomarina costituiva una grossa fetta della Flotta, perché i Norvegesi avevano correttamente capito come tali battelli potesse essere un’eccellente arma difensiva. Questa difesa era volta in primo luogo ai timori nei confronti dell’Unione Sovietica, rivelatisi reali quando scoppiò la Guerra d’Inverno tra Sovietici e Finlandesi, ma le unità norvegesi non videro il loro inventario aggiornato a differenza delle unità di superficie.

Il primo sottomarino della flotta era stato il “Kobben” poi rinominato A-1: costruito in Germania nel 1909 sulla base del progetto U-1, esso era già stato ritirato dal servizio nel 1933

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo sui Social Network :)



Lupodimare
Messaggi: 196
Iscritto il: 07/08/2015, 19:19

Re: Sottomarini Norvegesi durante la seconda guerra mondiale.

Messaggioda Lupodimare » 30/06/2016, 11:40

Immagine
(foto dello A-4 da wikipedia)
Classe A
Costruiti in Germania su ordine norvegese, solo i primi tre battelli A-2, A-3 e A-4 vennero consegnati nel 1914, mentre l’ultimo (A-5) venne requisito dai tedeschi come U0 (poi U-A).
All’epoca della costruzione essi erano efficienti, ma per la seconda guerra mondiale erano oramai completamente datati.

A-3 e A-4 vennero entrambi auto-affondati dai Norvegesi il 15 Aprile 1940.


Immagine
(foto dello A-2 da forsvaretsmuseer.no)
A-2 fu l’unico a vedere azione: Il 9 Aprile 1940 esso venne attaccato con cariche di profondità dai dragamine ausiliari tedeschi R-22 e R-23, costretto all’emersione poiché gravemente danneggiato esso finì con l’arenarsi (l’equipaggio venne catturato). I Tedeschi presero possesso del relitto il 12 Aprile e poi decisero di smantellarlo.

Lupodimare
Messaggi: 196
Iscritto il: 07/08/2015, 19:19

Re: Sottomarini Norvegesi durante la seconda guerra mondiale.

Messaggioda Lupodimare » 30/06/2016, 11:42

Immagine
Classe B
La più avanzata classe di battelli in servizio durante l’Invasione tedesca era un classico design della ditta americana Holland, costruiti in Norvegia. Entrati in servizio durante gli anni ’20, per la seconda mondiale erano ormai datati. La classe B era stata realizzata con i fondi ottenuti dagli Inglesi a seguito della compensazione per la mancata consegna di due nuove unità navi da battaglia costiere a causa della prima guerra mondiale (classe “Nidaros”, divennero Gorgon e Glatton nella marina britannica).

I sei battelli in servizio erano B-1, B-2, B-3, B-4, B-5, B-6.

Il B-3 venne auto-affondato dai Norvegesi il 9 Aprile 1940.
B-2 e B-4vennero catturati dai tedeschi ma vennero smantellati visto lo stato degli scafi e l’anzianità.

B-5 e B-6 (che erano quelli di più recente costruzione) vennero invece integrati dai tedeschi rispettivamente come UC-1 e UC-2 per compiti addestrativi.
Curiosamente il comandante tedesco dello UC-1 era Wilhelm Kiesewetter che all’epoca dell’assunzione del comando aveva ben 62 anni (divenne il più anziano comandante di U-boat nella WW2). Lo UC-1 venne comunque giudicato troppo datato anche per l’addestramento e venne messo fuori servizio il 28 Marzo 1942 e smantellato quello stesso anno.
Lo UC-2 invece presterà servizio addestrativo fino ad Ottobre 1944, per poi essere auto-affondato a Kiel il 3 Maggio 1945.



Il capoclasse B-1 invece era riuscito a lasciare la Norvegia senza essere catturato dai tedeschi e si diresse in esilio in Inghilterra.
Esso era l’unico battello scampato ma a differenza di altre simili Marine in esilio (come Olanda e Polonia) non poteva essere impiegato per operazioni offensive a causa della sua anzianità.
Il B-1 vide servizio come unità addestrativa o come “piggy boat” per addestrare unità di superficie alla guerra sottomarina.
Verrà comunque ritirato dal servizio nel Luglio 1944 e smantellato nel 1946.

Lupodimare
Messaggi: 196
Iscritto il: 07/08/2015, 19:19

Re: Sottomarini Norvegesi durante la seconda guerra mondiale.

Messaggioda Lupodimare » 30/06/2016, 11:55

Immagine
(design della classe da northnorfolkdivers.co.uk)
La celeberrima classe U Britannica venne spesso fornita a nazioni Alleate, incluse quelle coi governi in esilio, per irrobustire (o nel caso Norvegese ricostituire) la propria forza sottomarina.



Uredd. (= Impavido)
Lanciato il 21 Agosto 1941 come P-41 per la Marina Britannica, venne commissionato nella Flotta Norvegese il 12 Dicembre 1941. Esso prese parte complessivamente a 7 missioni lungo le coste norvegesi.

Il 18 Ottobre 1942 riesce a silurare e danneggiare gravemente il trasporto tedesco Libau (3663 GRT) che si spiaggiò e venne considerato una perdita totale.

Il 17 Gennaio 1943 lancia una salva di siluri contro la nave appoggio tedesca Adolf Luderitz, mancando il bersaglio.

Nel Febbraio 1943 era in missione per sbarcare 6 membri dei commandos sulle coste della Norvegia occupata e poi recuperare 2 sommergibilisti Francesi che erano stati lasciati dal sottomarino francese libero Junon.

Si persero i contatti con l’Uredd e si ritiene che esso sia stato affondato da un campo di mine il 10 Febbraio 1943 con la perdita delle vite dei 34 marinai e dei 6 commandos a bordo. Il relitto è stato trovato nel 1985, confermando la perdita a causa di un campo deposto dal posamine tedesco Cobra.
Vicino al luogo dell’affondamento è stato messo un memoriale, lo Uredd è anche ricordato nel memoriale Internazionale di Dundee in Scozia insieme ad altri battelli Alleati partiti da quelle acque e mai più tornati.
Immagine
(memoriale in Norvegia, da wikipedia)




Immagine
(foto da milforum.net)
Ula (= ricco, ma è anche un nome comune femminile).
Originariamente costruito per la marina britannica come Varne e venne lanciato il 22 Gennaio 1943, esso avrebbe dovuto essere assegnato alla marina dell’Olanda Libera con il nome di Haai. Tuttavia l’equipaggio Olandese venne perduto nell’affondamento del trasporto Abosso ad opera di U-boat tedesco e quindi il battello venne assegnato alla Norvegia.
Il 3 Aprile 1943 esso entrò in servizio nella Marina Norvegese con il nome di Ula.
Lo Ula fu senza dubbio il più efficiente sottomarino della storia Norvegese e per numero di successi anche la più efficiente unità navale in generale.

Esso compì complessivamente 14 missioni, con i seguenti eventi:

22 Novembre 1943
Silura e affonda il mercantile Norvegese (della Norvegia occupata) Arcturus (1681 GRT). Il mercantile era già stato danneggiato da aerei britannici ed era sotto rimorchio: lo Ula aveva sparato un siluro per il mercantile e uno per il rimorchiatore ma entrambi centrarono l’Arcturus.

24 Novembre 1943
Lancia due siluri che mancano il bersaglio e colpiscono la costa.
Poco dopo avvista un secondo bersaglio e questa volta silura e affonda il mercantile tedesco Eisstrom (928 GRT).

25 Febbraio 1944
Manca con tre siluri il mercantile Norvegese (della Norvegia occupata) Ryfylke (898 GRT).

21 Marzo 1944
Nuovamente lancia 3 siluri contro un bersaglio senza successo: due di essi esplodono sulla costa.

4 Aprile 1944
Silura e danneggia la petroliera tedesca Ill (7603 GRT) con un siluro a segno su quattro. Due unità della scorta attaccano con un totale di 114 cariche di profondità, lo Ula riesce infine a sganciarsi andando ad immergersi sotto un campo di mine.

6 Aprile 1944
Silura e danneggia il mercantile tedesco Wesergau (1923 GRT). La vittoria comunque è “piena”, poiché il mercantile si arena e non verrà recuperato dai tedeschi. Unità della scorta lanciano 68 cariche di profondità.


19 Aprile 1944
Il più grande successo dell’Ula nonché il miglior successo della flotta sottomarina Norvegese ed in generale uno dei migliori conseguiti dalla Flotta. Lo Ula avvista in superficie il tedesco U-974 e lancia una salva di 4 siluri, colpendo l’u-boat con uno di essi ed affondandolo (42 morti, 8 sopravvissuti).
Dopo l’attacco lo Ula è soggetto a lancio da parte di unità di scorta tedesche di 18 cariche di profondità.
L’affondamento dello U-974 è l’unico episodio di scontro sottomarino vs sottomarino coinvolgente i Norvegesi ed è l’unico u-boat affondato chiaramente dai Norvegesi.
(NOTA: L’affondamento dello U-184 viene a volte rivendicato dalla corvetta Norvegese Potentilla (ex-inglese) ma in realtà fu un attacco a vuoto contro U-264.
Il cacciatorpediniere di scorta St.Albens (che mantenne il nome britannico) ricevuto dagli Inglesi, prese parte all’affondamento dello U-401, e la vittoria venne conseguita collettivamente insieme al cacciatorpediniere inglese Wanderer e alla corvetta inglese Hydrangea. Lo stesso St.Albens si sarebbe poi reso responsabile, in cooperazione con il dragamine inglese Seagull, di un’incidente di fuoco amico quando venne affondato il sottomarino Polacco Jastrzab.
Il St.Albens curiosamente venne poi consegnato alla Marina Sovietica come Dostoynyi: esso aveva prestato servizio in ben 4 flotte (Americana, Inglese, Norvegese e Sovietica) durante il conflitto mondiale.)


22 Aprile 1944
Lo Ula ottiene la sua ultima vittoria, silurando e affondando il mercantile tedesco Bahia (4117 GRT). Esso aveva penetrato la scorta tedesca e attaccato con fitta nebbia, per poi ritirarsi sotto i colpi di 148 cariche di profondità nemiche.
Sopravvissuto alla guerra, esso venne smantellato nel 1965 ad Amburgo, benché (per i successi ottenuti) avrebbe certamente meritato di essere preservato.

Lupodimare
Messaggi: 196
Iscritto il: 07/08/2015, 19:19

Re: Sottomarini Norvegesi durante la seconda guerra mondiale.

Messaggioda Lupodimare » 30/06/2016, 12:01

Immagine
(design da maltaundersiege.devhub.com)
Classe V Britannica.
Potenziamento e miglioramento della classe U Britannica, i Norvegesi si videro assegnati un battello dagli alleati inglesi.



Utsira (= nome di una piccola isola abitata)
Lanciato il 22 Maggio 1944 come Variance, esso venne assegnato ai Norvegesi con il nome di Utsira il 24 Agosto 1944.
Effettua diverse missioni in acque norvegesi.

16 Gennaio 1945
Silura e affonda la nave pattuglia tedesca V-6408 Skagerak

5 Aprile 1945
Silura e affonda il mercantile norvegese (della Norvegia occupata) Torridal (1381 GRT).

Sopravvissuto alla guerra, esso venne smantellato nel 1965 ad Amburgo.

Lupodimare
Messaggi: 196
Iscritto il: 07/08/2015, 19:19

Re: Sottomarini Norvegesi durante la seconda guerra mondiale.

Messaggioda Lupodimare » 30/06/2016, 12:02

Immagine
Miglior comandate Norvegese è stato senza dubbio Sigurd Valvatne.
Egli comandò il B-1, l'Ula e l'Utsira.
Complessivamente fu responsabile delle ultime 4 vittorie dell'Ula (Ill, Wesergau, U-974 e Bahia). Sopravvisse alla guerra con numerose onorificenze (norvegesi e britanniche) tra cui la Croce di Guerra con Spade.
Nel dopoguerra proseguì la carriera militare divenendo dal 1947 al 1953 comandante delle forze sottomarine norvegesi. In seguito insegnò all'accademia navale.


Torna a “Sommergibili altre Nazioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti