Regio Somm.Ruggero SETTIMO

Avatar utente
Comgrupsom
Site Admin
Messaggi: 185
Iscritto il: 15/07/2015, 14:56
Contatta:

Regio Somm.Ruggero SETTIMO

Messaggioda Comgrupsom » 08/09/2015, 16:41

Immagine

Classe "SETTEMBRINI" Tipo Cavallini

Entrato in guerra al Comando del TV Giovanni CANTU' compi' missioni in sezione con il Settembrini .
Operò presso le acque della Canea , il mattino del 12 luglio , in missione al largo di Capo Passero , fù attaccato da un aereo Sunderland con lancio di bombe , causando lievi danni.
Passato al Comando del CC Mario SPANO , il Settimo , proveniente da Derna dove aveva sbarcato materiale , avvistò il mattino dell'8 , una sezione di CC.TT. contro i quali lanciò 2 siluri senza colpire.
Portò a termine 7 missioni di trasporto con i porti Libici
Dal 10 giugno 1940 all'8 settembre 1943 compi' 17 missioni esplorative e d'agguato e 14 di trasferimento.
All'atto dell'armistizio raggiunse Taranto.



Dal racconto di un componente l'Equipaggio ,il Sig Balestrieri elettricista.


Il sommergibile Ruggiero Settimo parte da Taranto diretto a Tripoli con un carico di munizioni , tutto procede regolarmente ,emersioni notturne per la ricarica delle batterie , puntuale arrivo al porto di destinazione veloce sbarco ed immediato rientro a Taranto. Appena al di fuori del golfo della Sirte un ricognitore inglese Short Sunderland li avvista , immediata immersione rapida ma altrettanto rapidamente incomincia la caccia AS . Il ping dei sonar e lo scoppio delle bombe di profondità si susseguono per ben 72 ore , esplosioni vicinissime che scuotono il battello , assoluta immobilità a bordo ed inizio di scarsità di aria che comporta il fatto di evitare ogni movimento superfluo. Per non essere individuato il smg si posa sul fondo a circa settanta metri di profondità. Dopo tre lunghissimi giorni di tensione non vengono più rilevati rumori sulla superficie , il Comandante dà l'ordine di dare aria alle casse ma il smg non si muove , è completamente ricoperto dal fango sollevato dalle esplosioni che gli impedisce qualunque movimento . Sono attimi di disperazione poi l'intuizione del Comandante , viene data aria alle casse prima a destra e poi a sinistra alternativamente , così facendo dopo ripetuti tentativi il battello si muove e lentamente risale alla superficie. I danni sono estesissimi , il cannone non esiste più rimane il solo basamento , la lancia situata nell'intercapedine tra lo scafo resistente e la sovrastruttura è letteralmente polverizzata. Grandissimi festeggiamenti all'arrivo inaspettato a Taranto dove il battello veniva considerato per disperso non rispondendo alle chiamate avendo tutti gli apparati ricetrasmittenti fuori uso
Caratteristiche Tecniche

Cantiere: Tosi - Taranto
Impostato : 16-04-1928
Varato: 29-03-1931
Consegnato: 25-04-1932
Radiato: 08-10-1946

Dislocamento in superficie: 953,540 t.
Dislocamento sommerso: 1153,330 t.
Lunghezza: 67,50 m.
Larghezza: 6,60 m.
Pescaggio: 4,0 m.
Motori : 2 motori diesel TOSI
Motori elettrici: 2 motori Ansaldo
Potenza motori: 3000 hp diesel, 1300 hp elettrici
Massima velocità in superficie: 18 nodi
Massima velocità sommerso: 8 nodi
Autonomia: in superficie 9000 nm a 8 nodi ,immerso 7 nm a 8 nodi
Armamento principale: Lanciasiluri: 8x533 mm.(4 AV+ 4 AD), Cannone da 102/35 mm, antiaereo 4x13.2
Equipaggio: 6 uff.li + 50
Profondità di collaudo: 100 m


Fonti:"Sommergibili italiani" di A.Turrini e O.Miozzi - USMM

L'impegno navale Italiano durante la guerra di Spagna (1936-1939)di Franco BARGONI edito dallo USMM 1992

I sommergibili in Mediterraneo USMM Tomo I & II 1968

Se prelevate le Immagini e le volete inserire in altri Siti o FORUM siete gentilmente pregati di citare sempre la FONTE.



Clicca IMMAGINE e Troverai altre INFO e IMMAGINI
Immagine
Immagine

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo sui Social Network :)



Torna a “Regi Sommergibili - S -”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite