Regio Somm.UARSHIEK

Avatar utente
Comgrupsom
Site Admin
Messaggi: 186
Iscritto il: 15/07/2015, 14:56
Contatta:

Regio Somm.UARSHIEK

Messaggioda Comgrupsom » 08/09/2015, 15:58

Immagine

Classe "600" serie "ADUA" (Tipo Bernardis)

Alla dichiarazione di guerra , effettuò la prima missione di guerra offensiva lungo le coste Greco-Albanesi-Jugoslave , dopo un agguato a sud di Cefalonia, rientrò a Taranto senza aver avuto contatti.
Tra il 12 e il 21 settembre in missione lungo le coste egiziane, l'unità al Comando del TV Carlo ZANCHI , ebbe molti membri dell'equipaggio intossicati da vapori di mercurio, tanto che il comandante invece di dirigere per Taranto diresse per Bengasi , dove sbarcò l'intero equipaggio per il ricovero in ospedale.
Il 14 giugno , lo Uarshieck al Comando del CC Raffaello ALLEGRI , in missione nelle acque di Philippeville , avvistò alle 01.40 una formazione navale avversaria , a cui lanciò 3 siluri.
L'esito non potè essere accertato, ma fu constatato in seguito che in zona c'erano 2 Ct di cui uno fermo e l'altro a lento moto.
L'11 agosto 1942 avvistò , una grossa formazione navale a cui lanciò 3 siluri alla unità maggiore ritenuta una portaerei , poco dopo potè stabilire che l'intera formazione aveva ridotto la velocità.
La sera del 13 , sottoposto ad attacco aereo dovette lasciare la zona operazioni per avarie.
L'11 dicembre 1942 il battello partì da Augusta per una missione a sud di Malta , al Comando del TV Gaetano AREZZO della TARGIA .
Alle 03.00 del 15 , in immersione, avvistò una formazione navale composta da un incrociatore e 3 Ct, contro la quale lanciò 2 siluri , colpendo probabilmente uno dei caccia.
Sottoposto a caccia che provocarono gravi avarie che lo fecero scendere a 160 mt .
Costretto a manovrare la rapida e ad emergere, fù sottoposto ad un preciso tiro di artiglieria , non vi fù altra scelta che autoaffondarsi.
Caduti il Comandante , l'Ufficiale in II e 16 uomini dell'equipaggio, le operazioni di autoaffondamento per un ulteriore avaria non ebbe seguito e venne preso a rimorchio dai Ct Petard e Vassilissa Olga .
Ma ad operazione di salvataggio dei membri dell'equipaggio ultimate, l'Uarshiek strappò il cavo di rimorchio e si inabissò

Caratteristiche Tecniche

Cantiere: O.T.O.- La Spezia
Impostato: 02-12-1936
Varato:19-09-1937
Consegnato: 04-12-1937
Affondato: 15-12-1942
Radiato: 18-10-1946

Dislocamento
Sup. 697,254 t.
Imm. 856,397

Dimensioni
Lungh. 60,18 m.
Largh. Max 6,45 m.

Motori:
2 motori diesel TOSI +2 motori elettrici Marelli
1 batteria di accumulatori al piombo composta da 104 elementi.

Potenza complessiva:
motori a scoppio 1400 hp.
Motori elettrici 800 hp.

Velocità max in superficie: 14 knt.
Velocità max in immersione: 7,5 knt

Autonomia in superficie:
2200 nm. a 14 knt.
3180 nm. a 10, 5 knt.

Autonomia in immersione:
7,5 nm. a 7,5 knt.
74 nm a 4 knt.

Armamento:
4 tubi lanciasiluri AV da 533 mm.
2 tubi lanciasiluri AD da 533 mm.
6 siluri da 533 mm.
1 cannone da 100/47 mm.
2 mitragliere singole da 13, 2 mm.
152 proiettili per il cannone

Equipaggio:
4 ufficiali, 32 tra sottufficiali e marinai

Profondità di collaudo:
80 m.

Coefficiente di sicurezza relativo alla sollecitazione massima riferito al limite di elasticità del materiale: 3
Fonti:"Sommergibili italiani" di A.Turrini e O.Miozzi - USMM

Clicca IMMAGINE e vai al SITO Troverai altre INFO
Immagine
Immagine

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo sui Social Network :)



Torna a “Regi Sommergibili - U -”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite